Alex Schwazer rischia la squalifica a vita

Alex Schwazer rischia l’apertura di un nuovo procedimento antidoping a suo carico. Da squalifica a vita, visto che si tratterebbe della terza violazione delle norme WADA dopo le positività doping del 2012 e del 2016. Stavolta però non si parla di EPO e testosterone, ma di un’altra violazione del codice mondiale antidoping, la 2.5 Manomissione o tentata manomissione in relazione a qualsiasi fase dei Controlli antidoping, in questo caso per aver fornito alle autorità antidoping false informazioni....
Altro

Schwazer saga: perizia su DNA urine è sbagliata?

“Ma perché vogliono le nostre urine? Non mi sono mai allenato quanto lui, lo sanno tutti come si allenava,  mostruoso!”. E ancora “Non mi hanno chiesto neanche se in questo periodo mi sto allenando tanto o poco” e poi “Quando sono andato lì a pisciare ero a riposo da una settimana per un fastidio muscolare” e un altro “Ma paga Schwazer di tasca sua per tutte queste assurde analisi, vero?”. Sono alcune delle domande che si sono posti i 56 (poi diventati 37) atleti chiamati a riservare la propria ...
Altro

Prof. Giardina: “DNA urine Schwazer non è anomalo ed è solo suo”

Nell’euforia generale trasmessa "a reti unificate" dal gruppo editoriale RCS, giornali e televisioni che parlano del caso Schwazer hanno concesso spazio pressoché nullo alla voce di World Athletics (ex IAAF), parte civile contro l'ex atleta altoatesino tutt'ora squalificato per doping fino al 2024 ed indagato penalmente appunto a causa della positività al testosterone del 2016. In un processo che non è ancora iniziato e forse mai inizierà, siamo ancora alle indagini preliminari da 4 anni e la pa...
Altro

Commissione atleti IAAF invia lettera a WADA: “RUSADA non va ripristinata”

La Commissione Atleti della IAAF ha inviato ieri una lettera al comitato esecutivo dell'agenzia mondiale antidoping per chiedere di non ripristinare l'agenzia antidoping RUSADA, in quanto permangono condizioni non ancora soddisfatte dai russi, tra cui  il riconoscimento e l'accettazione delle prove del doping di stato relazionate nel rapporto McLaren. La lettera (il cui contenuto è disponibile sul sito web della IAAF) è una diretta conseguenza delle polemiche nate negli ultimi giorni dopo la no...
Altro

Ma le squadre militari hanno sempre coltivato e protetto il doping?

37.916,70 euro è il corrispettivo che il CONI riconoscerà ad Alessandro Donati per un lavoro di “Ricerca sulle metodologie di allenamento adottate dalle Federazioni Sportive per gli atleti olimpici e di alto livello.” La postazione appare tra le prestazioni professionali che il massimo organo sportivo affida in via diretta e fiduciaria. Fonte: coniservizi.coni.it Il professor Donati è la stessa persona che, in un’audizione parlamentare delle commissioni Cultura e Affari Sociali del 2 agosto ...
Altro